lunedì 4 Marzo 2024 C0PM+0100

Perù: il Parlamento destituisce il presidente, in strada esplode la rabbia

Migliaia di peruviani sono scesi in piazza, ieri a Lima, per protestare contro la destituzione del Presidente Martin Vizcarra, chiedendo le dimissioni del neo incaricato Manuel Merino de Lama. La polizia antisommossa ha usato i lacrimogeni per disperdere la folla ed ha arrestato centinaia di manifestanti. Lunedì il parlamento peruviano ha votato a favore della cacciata del popolare Vizcarra, legata ad un presunto episodio del 2014, in cui avrebbe ricevuto del denaro in cambio di appalti pubblici. Il presidente che, al contrario, ha promosso iniziative anti-corruzione, ha subito negato le accuse.

La situazione mostra la debolezza del sistema politico peruviano e l’accaduto potrebbe mettere a repentaglio la Democrazia. I legislatori, infatti, possono annullare il veto presidenziale con una maggioranza di due terzi e rimuovere il Presidente per motivi vagamente definiti. Molti degli stessi che hanno cacciato Vizcarra, inoltre, dovranno affrontare indagini penali.

I commenti alle notizie sono disponibili solo agli abbonati. Accedi alla campagna di crowdfunding in corso e scegli l'abbonamento che preferisci.

Stampa la pagina [dkpdf-button]

Articoli simili

I commenti alle notizie sono disponibili solo agli abbonati. Accedi alla campagna di crowdfunding in corso e scegli l'abbonamento che preferisci.

Abbonati / Sostieni

Accedi alla campagna di crowdfunding in corso

Ultimi

Correlati