martedì 20 Febbraio 2024 C0PM+0100

Presidenziali Usa, caos in attesa dei risultati: scontri e arresti in varie città

Nell’attesa di scoprire il prossimo Presidente degli Stati Uniti d’America, in varie città è scoppiato il disordine. In molte città ci sono state dimostrazioni contro Trump, dove i manifestanti chiedevano il conteggio regolare di tutti i voti. E’ successo nella notte a Portland, dove la Polizia ha arrestato una decina di persone armate e a New York dove sono stati 50 i fermi e centinaia le confische di armi, secondo i comunicati della polizia. Attivisti anti-Trump hanno protestato anche ad Atlanta, Detroit e Oakland. Alcuni sostenitori di Donald Trump, invece, si sono radunati all’esterno di un centro elettorale in Arizona (stato chiave per le elezioni) intonando il coro “fermate il conteggio” e agenti antisommossa sono stati chiamati in via preventiva.

Il caos sarebbe scoppiato a seguito dei discorsi alla nazione dei candidati: Joe Biden con un discorso quasi di vittoria, Donald Trump dichiarandosi vincitore anche negli Stati ancora incerti e invocando un ricorso alla Corte suprema per frode elettorale. Ai democratici, mancherebbero solo sei grandi elettori per vincere sui repubblicani. Tuttavia il destino delle elezioni è ancora in bilico su Nevada, Georgia, North Carolina e Pennsylvania che saranno decisivi.

I commenti alle notizie sono disponibili solo agli abbonati. Accedi alla campagna di crowdfunding in corso e scegli l'abbonamento che preferisci.

Stampa la pagina [dkpdf-button]

Articoli simili

I commenti alle notizie sono disponibili solo agli abbonati. Accedi alla campagna di crowdfunding in corso e scegli l'abbonamento che preferisci.

Abbonati / Sostieni

Accedi alla campagna di crowdfunding in corso

Ultimi

Correlati